La Cantina

La cantina di Corte dei Papi è stata ricavata dalla ristrutturazione di un edificio preesistente adibito ad ovile. L'obiettivo è stato quello di non snaturare la struttura precedente, ma di dotarla di tutti gli accorgimenti necessari a realizzare la nostra "idea" di cesanese: isolamento termico ed illuminazione controllata della cantina; umidificazione dei locali di invecchiamento; spazio e respiro architettonico dell'edificio, nel rispetto della storia e dei materiali del luogo.
La cantina si sviluppa in lunghezza e i locali per le operazioni sono stati disposti seguendo il percorso che dall'uva porta al vino: vinificazione, invecchiamento, affinamento, stoccaggio e degustazione. La vinificazione avviene in contenitori d'acciaio di varie dimensioni, tutti collegati ad un sistema termico che permette il controllo costante dei processi fermentativi. Anche l'invecchiamento viene svolto in contenitori di diversa tipologia: carati di rovere francese a tostatura varia e botti grandi di rovere di Slavonia